[ lo sguardo altrove ]

luglio 12, 2009

tre minuti

Filed under: allucinazioni, cucina, finestre, mattino, pensieri, sogni — pikasco @ 5:14 pm

DSCF2658, inserito originariamente da pikasco.

E’ in quel piccolo frangente di tempo,
dilatato dal pigro oscillare
del meccanismo ancora arrugginito del corpo.
che la mente , come un romanzo illustrato

sfogliato dal vento, si inerpica in rovinosi pendii

in cerca di un volo.
Son tre minuti di silenzio
in cui il senso del risveglio
si mescola come fiele;
mentre i vapori del caffè,
come nubi di un cielo messicano,
mi portano altrove.

> clik < tujiko noriko

Annunci

marzo 30, 2009

la finestra di notte

Filed under: colori, decadimento, finestre, la strada, photo, roma, sguardi — pikasco @ 8:36 pm

la-finestra-di-notte1

marzo 23, 2009

il guardiano

dscf1272b-rid

Clik

marzo 12, 2009

controluce

Filed under: decadimento, finestre, foto pikasco, fotografia, la strada, photo, PHOTOGRAPHY, roma, sguardi — pikasco @ 11:13 pm

x

marzo 9, 2009

sopra il fondo del lago

Era il profumo o il ricordo di un profumo, forse il sapore , chissà.

Sulla riva del lago, un tempo,

le finestre di una piccola casetta scintillavano di oro e argento…

Scendevo lungo la stradina serpeggiante fino alle sponde

e li mi abbuffavo di silenzio…

L’inverno ora si è fatto generoso di piogge e neve

e ,come un bicchiere troppo basso,

il lago ha allargato le sue braccia.

Ora quel luogo, suona solo torbiti silenzi,

inghiottito sul fondo come un sogno ormai passato

dscf1013b

febbraio 19, 2009

la luce del mattino

la luce del mattino, inserito originariamente da pikasco.

Quinto giorno di malattia:

C’è un silenzio al mattino che da l’impressione di una giornata domenicale,

quel che si muove fuori non mi riguarda.

Giro tra le stanze cercando di connettermi con la colazione ,

in ogni stanza entra una luce diversa, varie angolazioni e tonalità.

Devo sfruttare meglio la luce ,penso, mentre raggruppo dentro di me

le dinamiche per produrre uno scatto decente.

Ricordati di usare il cavalletto e datti una sistemata,

finirai per entrare nell’obiettivo come uno straccio sgualcito.

Le notizie del mattino non sono esaltanti… le solite polemiche sulla politica ,sull’immondizia.. sugli immigrati e quel cazzo di san remo….

c’è un corteo di rom che sfila in qualche città , cantano suonano canzoni antiche .

Sento che ci siamo persi qualcosa nel tempo , un opportunità di progresso culturale .

Mi affaccio e fuori ci sono colori meravigliosi ma un freddo cane.

CAFFé…..

febbraio 14, 2009

visioni

Filed under: allucinazioni, decadimento, finestre, fotografia, la strada, parigi, Uncategorized — pikasco @ 8:58 am
c
La cosa positiva della febbre a 38 sono le allucinazioni.
Già la mia percezione è deformata di suo,
ma con la febbre intravedo mondi fantastici
palazzi che ondeggiano come se riflessi in una pozza,
persone con espressioni sconcertanti…
L’unico timore è di non riuscire ad arrivare a casa per perdermi definitivamente nell’oblio

DSCF3903c, inserito originariamente da pikasco.

Blog su WordPress.com.