[ lo sguardo altrove ]

giugno 2, 2009

bianco

Filed under: decadimento, fotografia, pensieri, sguardi, Uncategorized — pikasco @ 11:06 am
img pikasco
DSCF1935m, inserito originariamente da pikasco.

Forse in partenza ,
o in dignitoso ritorno
lasciasti tracce del tuo candore.
Come lacrime indelebili
di uno sguardo senza radici,
segnasti le orme di un vissuto ormai perduto
lungo i binari che portano altrove

maggio 18, 2009

legami

Filed under: colori, decadimento, la strada, necessità, pensieri, photo, sfogo, sguardi, Uncategorized — pikasco @ 7:33 pm

La forza di lasciar andare
latita
e ogni legame
anche se ben ancorato,
in balia del tempo che passa,
finisce per lacerarsi.

legami

aprile 29, 2009

volare basso

DSCF0865, inserito originariamente da pikasco.

Al di sotto della frenesia motoria,
del correre al lavoro ,
del concetto del ritardo e quel che ne consegue.

Al di sotto dell’auto nuova e radio trabboccanti di parole inutili

tra profumi e veleni…
Al di sotto c’è ancora la terra
con la sua immutabile vita ma priva del sereno calpestio di una passeggiata

marzo 30, 2009

la finestra di notte

Filed under: colori, decadimento, finestre, la strada, photo, roma, sguardi — pikasco @ 8:36 pm

la-finestra-di-notte1

marzo 23, 2009

il guardiano

dscf1272b-rid

Clik

marzo 12, 2009

controluce

Filed under: decadimento, finestre, foto pikasco, fotografia, la strada, photo, PHOTOGRAPHY, roma, sguardi — pikasco @ 11:13 pm

x

febbraio 14, 2009

visioni

Filed under: allucinazioni, decadimento, finestre, fotografia, la strada, parigi, Uncategorized — pikasco @ 8:58 am
c
La cosa positiva della febbre a 38 sono le allucinazioni.
Già la mia percezione è deformata di suo,
ma con la febbre intravedo mondi fantastici
palazzi che ondeggiano come se riflessi in una pozza,
persone con espressioni sconcertanti…
L’unico timore è di non riuscire ad arrivare a casa per perdermi definitivamente nell’oblio

DSCF3903c, inserito originariamente da pikasco.

febbraio 7, 2009

sul fiume

Filed under: decadimento, fiume, fotografia, roma — Tag:, , — pikasco @ 3:10 pm

Qui sulle sponde del fiume
ormai rosso amaranto di fango,
attendo ogni giorno un raggio di sole
che asciughi la mia ossatura precaria.
Non più approdo di pescatori,
non più rifugio di amanti.
Solo un fragore di canne picchiate dal vento
e il gelido silenzio
della consapevolezza
di non esser più dimora

Clik

baracca-ridimg pikasco©

Blog su WordPress.com.